giovedì 13 agosto 2015

La nostra identità digitale nell’attuale società dell’informazione. L’importanza di un Web Business Center.

 Vi ho parlato, nelle precedenti videonote, di Internet delle cose, che mette in primo piano il ruolo della Rete quale infrastruttura intelligente per gestire, da parte di persone e aziende, miliardi di dispositivi interconnessi.

Anche le tendenze del design e dell’equipaggiamento dei dispositivi di telecomunicazione cambiano ed evolvono, combinandosi le tecnologie e le utilità in un unico dispositivo che fa da notebook, tablet, e telefono. Del resto è la capacità di adattamento cha fa la differenza, in natura come nel business, e il modo migliore per adattarsi al cambiamento è… crearlo. Questo vale soprattutto in un ambiente, come il digitale, che si modifica in continuazione. Pensate al cloud, ad esempio, di cui vi ho parlato anche in “Mode e modi della comunicazione”: la struttura informatica di un’azienda può essere rivoluzionata e semplificata senza alcuno spostamento fisico di macchine, archivi o classificatori.

Per quanto le start-up Italia siano ancora le ultime in Europa – ma con l’ultimo intervento legislativo sulle agevolazioni fiscali (qui la mia relativa videonota: http://bit.ly/1N03g9f- lo scenario sta cambiando: è il genio italico, tra i consumatori dell’era digitale, ad essere sempre in agguato. Secondo recenti ricerche e più sondaggi convergenti l’89% degli acquisti online sono fatti tramite dispositivi mobili e la relazione del produttore con il cliente si fa sempre più attiva e diretta.

Si tratta allora di creare un nuovo concetto di supermercato del futuro, in cui gli aspetti di socialità e praticità siano valorizzati da un connubio fisico e digitale. A questo ha pensato un’impresa italiana realizzando il primo e-commerce referenziato, di cui vi parlerò presto anche durante un’apposita presentazione di Candìde.

Per ora è importante comprendere che insieme alla nostra identità digitale, come il nostro profilo su almeno un  social network, che è la sola renderci visibili, presenti e vigili nell’attuale società dell’informazione globale, dobbiamo avere una nostra area di business, un nostro Web Buisiness Center [1], tramite il quale promuoviamo sia i nostri affari e servizi professionali, sia i servizi e prodotti di terzi ricavando una provvigione che diventerà presto una rendita.

Vi aspetto alla imminente videonota sul punto e vi auguro intanto di trascorrere piacevoli momenti non solo di lavoro.

Avv. Giovanni Bonomo





[1] www.apilife.net/cfranco1 ad esempio, potendosi creare, anche tramite pseudonimo, una propria vetrina a costi irrisori già completa di prodotti e servizi di note marche. E' ciò che mette a disposizione ApiLife, a titolo promozionale, dei primi iscritti che entrano nel circuito.


Nessun commento:

Posta un commento